Glossario

Spesso quando si leggono delle notizie che fanno riferimento al mondo dell’associazionismo, si trovano delle sigle e degli acronimi poco comprensibili, vogliamo facilitare la comprensione con questo glossario.

 

APS: Associazione di Promozione Sociale

 

ODV : organizzazione di Volontariato

 

EPALE: ( Electronic Platform for Adult Learning in Europe), piattaforma online multilingue europea rivolta al settore dell’educazione degli adulti.

 

ERASMUS + : Erasmus Plus è il programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020

 

KA204: Progetti di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche; la realizzazione di Partenariati strategici permette la cooperazione tra istituzioni europee per accrescere le competenze professionali, innovare le pratiche educative e la gestione degli istituti impegnati nell’educazione degli adulti.

 

KA1: mobilità ai fini di l’apprendimento incentrata sulla formazione del personale impegnato nell’educazione degli adulti per la crescita professionale e lo sviluppo di nuove competenze.

 

TERZO SETTORE: definizione che si riferisce agli enti attivi all’interno del no profit. Il decreto legislativo numero 117 del 2017 determina un codice per le associazione che vi rientrano.

 

UNIEDA: Unione Italiana di Educazione degli Adulti. E’ un ente non commerciale, senza scopo di lucro, con finalità sociali, culturali ed educative che nasce a Roma, il 10 luglio 1998. Si adopera per organizzare e qualificare una terza dimensione nel sistema educativo nazionale, quello della educazione permanente e continua, attraverso Associazioni culturali, associazioni extra-scolastiche dirette alla persona, Università Popolari, Università della terza età, Università della libera età ed iniziative che realizzano il diritto allo studio tramite le normative contrattuali e legislative, adeguate al livello ed alla qualità degli attuali bisogni e domande provenienti dai lavoratori, dai giovani, dalle donne e dagli anziani, dai pensionati.

 

UNIVERSITÀ di STRADA: il Progetto Università di strada è finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali AVVISO N.1/2017, finanziamento per iniziative e progetti di rilevanza nazionale ai sensi dell’art. 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017 n.117. Il Progetto è coordinato dall’Unieda ed è in partenariato con Upter e UPBeduca di Biella. Attraverso una diffusione  capillare sul territorio nazionale, con un uso attento delle nuove tecnologie, si è creata una rete qualificata di persone capace di scovare i bisogni di altre persone meno protette; per queste fasce sociali si tratta di un riavvicinarsi all’apprendimento con svariati  momenti di partecipazione: laboratori, workshop, conferenze, letture, visite, giochi.  L’Università di strada vuole concretamente far crescere una cultura della educazione permanente, della formazione e della inclusione.